L’eredità ti lu nonnu Nicola

Comunicato stampa “a caso”

L’Associazione teatrale e culturale “Li Satiri”, ormai una realtà nel panorama del teatro amatoriale del nostro territorio, ritorna a farci divertire, il 17 marzo al teatro comunale, con la commedia

“L’eredità ti lu nonnu Nicola” di Catone Tersonio.

Coordinati e diretti da Antonio Cortese, collaboratori  di tutte le età, appassionati e capaci, ci restituiscono un esilarante spaccato della Mesagne degli anni trenta: rapporti tribolati tra parenti che esplodono in occasione della morte del “nonnu Nicola” che, in vita, aveva accumulato una piccola fortuna. La difficile ricerca di equilibrio e giustizia è nelle mani di Ciccillo Folletto, personaggio trasversale nelle commedie di Tersonio, noto ormai per la sua arguzia e la sua capacità di stupire il pubblico con delle “trovate” sceniche da tradizione pirandelliana: basta un imbuto,  un “cappello con l’erezzione” capace di tenere lontano “li potucchi”, e la pazzia diventa strategia di controllo e di pacificazione tra le parti.

E’ la commedia degli equivoci, dei momenti comici, in cui magari si cede alla tentazione della battuta facile e un poco pesante, degli accenni satirici perfettamente riferibili alla realtà contemporanea; purtuttavia  il testo delle commedie di Catone Tersonio conserva una piacevole leggerezza e gentilezza ed  assistere al suo spettacolo diventa un piacere da gustare a piccoli, saporiti,  bocconi.