Al via la messinscena della nuova opera teatrale di Catone Tersonio: “Diu veti e pruvveti”

 

In una Mesagne degli anni venti, una madre ed una figlia incinta, sole, povere e disperate, stanno per essere cacciate dalla loro casa dal Sindaco di Mesagne che vorrebbe concederla ad una sciantosa della quale è innamorato.

Il medico – don Ciccillo Folletto maschera teatrale creata da Catone Tersonio -uomo di profonda cultura ma perso nelle sue fantasie, si adopera per far restare nella loro casa le due donne sole quando si scopre… 

 

I personaggi sono:

Sisina Suppa – la domestica,

Mimino Tignuso – il famiglio,

“Mammalacapu” – paziente,

don Ciccillo Folletto – il medico,

donna Marina di Morrignospittando – la marchesina,

Assuntina Laddata – la figlia incinta,

Gina Marrangio – la madre,

don Carlo Mazzetta detto Gagà – il sindaco,

Filomena Falloca detta Fifì – la sciantosa.

 

Le prove dell’Associazione Culturale e Teatrale “Li Satiri” si terranno ogni lunedì e giovedì al convento dei Cappuccini – sede dell’ISBEM – a Mesagne.

 

 

 

 

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.