“Li Satiri” tornano in scena il 12 agosto a Mesagne

 

 

Abbiamo ascoltato Pompeo Molfetta, sindaco di Mesagne, sulla preoccupante situazione economica della nostra Città e ci siamo chiesti cosa, un’Associazione Culturale e Teatrale come “Li Satiri”, potesse fare per dare un segnale di partecipazione, di incoraggiamento e di solidarietà all’Amministrazione comunale: una rappresentazione gratuita in “MesagnEstate 2016”.

Comincia ad essere tardi e il “Cartellone” è quasi completo; chiamo Maurizio Piro:

 

“Mauri’, ciao, Antonio Cortese sono”.

“Uè, Anto’, dimmi”.

“Senti Mauri’, tieni spazio per una partecipazione nostra all’Estate Mesagnese?”

Silenzio. (Sicùru l’ànnu mpizzati li capiddi e l’è vinuta na vampa ti fuecu)

Incerto. “Eemmm… Veramenti… C’è tiniti?”

“Na cummedia Mauri’, Voglio Vivere Così”.

“Eemmm… no ssàcciu, mo vitimu…”

“Mauri’, no nni vògghiu sordi. Vulimu la facimu gratis… Vogliamo che sia un nostro dono alla città di Mesagne”

(Mauriziu è pigghiata aria, è suspiratu e sicuru è ripigghiatu culori e calimi)

“Aaa… si si, passa ti l’Uffici ca fissamu la data”

“Vui però mintiti lu palcu e l’amplificazioni…”

“Si si… certu”

“Statti buenu Mauri’”

“Statti buenu Anto’”.

 

Venerdì 12 Agosto 2016 -alle ore 21.00-, nella splendida cornice di piazza Orsini del Balzo, l’Associazione Culturale e Teatrale “Li Satiri”, in collaborazione con l’Isbem (Istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo), con il Comeper (Comitato Mesagne per la Ricerca) e con il Patrocinio della Città di Mesagne presenterà la brillantissima commedia: “Voglio Vivere Così – ovvero alla mestra ti cusutu”

scritta da Catone Tersonio e diretta da Antonio Cortese.

Interpreti:

Luciana Andriulo, Antonio Cortese, Valeria Campana, Anna Aresta, Giuseppe Capristo, Anna Maria Bafaro e Maria Pandolini.

Collaboratori:

Liliana Gatti, Ivana Tarantino, Rita Martina, Antonio Debonis e Mirella Ignone.

Regia:

Antonio Cortese

 

Antonio Cortese in Ciccillo Folletto

 

 

voglio vivere così - Mesagnestate

 

 

 

 

 

Commenti (0)

“Li Satiri” a MesagneEstate 2016

L’associazione Culturale e Teatrale “Li Satiri” è lieta di offrire gratuitamente ai Concittadini mesagnesi e all’Amministrazione Comunale -secondo il paradigma del Dono- il proprio contributo al “Cartellone” di MesagneEstate 2016 con la commedia brillante

“Voglio Vivere Così –

ovvero alla mestra ti cusutu”

di Catone Tersonio, regia di Antonio Cortese.

 

E’ graditissima la presenza di tutti.

 

voglio vivere così - Mesagnestate - li Satiri

Li Satiri – Locandina – Voglio Vivere Così

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti (0)

I Viaggi di Penelope – di Catone Tersonio – Spettacolo degli alunni del I° Circolo Didattico di Mesagne

I Viaggi di Penelope 

di Catone Tersonio

Spettacolo di fine anno proposto dagli alunni della scuola elementare  “G.Carducci e P. Borsellino” di Mesagne.

 

Martedì 7 giugno 2016, ore 20.30 – nell’atrio del Castello di Mesagne, il I° Circolo Didattico in collaborazione con l’Associazione Culturale e Teatrale Li Satiri e l’ISBEM (Istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo), presenta lo spettacolo teatrale in tre narrazioni: “I Viaggi di Penelope” creato dalla penna di Catone Tersonio, con la regia di Antonio Cortese.

Penelope, dice la mitologia, non ha mai viaggiato anzi, ella rappresenta l’attesa ed è questo il paradosso: il pretesto per raccontare il “Sogno” di Penelope, il Viaggio interiore, il travaglio della Donna… di tutte le Donne.

Penelope viaggia. E’ alla perenne ricerca di Amore, di Pace, di Accoglienza; Penelope è la Strega, Penelope è la Follia, Penelope è la Vita; Penelope è la Speranza e non si arrende. Di questo racconteranno i giovani attori alla fine di un’esperienza teatrale che, per alcune classi, è stato lungo 5 anni.

Il progetto Teatrale “Ragazzi in Dialetto”, ideato e diretto dal M° Antonio Cortese, è un laboratorio di animazione capace di creare e gestire spettacoli e corsi per la ricerca e la rivalutazione del dialetto e delle tradizioni locali fra i bambini di scuola elementare, al fine di stimolare l’interesse per le espressioni e la diffusione dell’arte e della cultura teatrale in ogni sua forma, quali percorsi virtuosi per la crescita morale, spirituale, culturale e sociale dei Cittadini di domani. A questo percorso progettuale hanno partecipato tre classi di bambini della quinta elementare:   5^ B della scuola “Borsellino”, 5^ C e 5^ D della “Carducci” con i seguenti episodi:

 

Penelope e Armonia

5^D –  SIlvia Solimeo – Antonietta Simone -Tonci Conte)

Penelope e le Streghe 

5^B Annamaria Papadia – Mina Biscosi

Penelope e il Mare 

5^C – Liliana De Leo – Rossana Milone

 

I Bambini -grandi ed appassionati protagonisti dello spettacolo che hanno saputo tradurre alla perfezione le emozioni e la magia del teatro nel non tempo dei sogni- le Maestre, il dott. Cosimo Marcello Castellano, il prof. Alessandro Distante, l’ISBEM, l’Associazione Culturale e Teatrale LI SATIRI, l’Amministrazione Comunale di Mesagne e IDEA RADIO vi invitano a partecipare a codesto evento unico e davvero speciale.

 

Collaborazione artistica:

  • Luciana Andriulo
  • Ivana Tarantino 
  • Anna Aresta
  • Anna Maria Bafaro
  • Maria Pandolini 
     

Partecipazione straordinaria:

Cosimo Marcello Castellano (Dirigente Scolastico)

Alessandro Distante (Presidente ISBEM)

 

Regia di Antonio Cortese

 

 

Locandina - I Viaggi di Penelope

 

 

Commenti (0)

PACE, SOLIDARIETA’ e ACCOGLIENZA: i Doni dei Magi nella Cavalcata di Mesagne.

 

Il messaggio di PACE, di SOLIDARIETA’ e di ACCOGLIENZA che ha caratterizzato l’ultima edizione della Cavalcata dei Re Magi è passato forte e chiaro grazie alla partecipazione pro attiva della comunità mesagnese e delle tante Associazioni che hanno partecipato. Grazie, dunque, all’ISBEM (Istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo) alle Associazioni: Huipalas, Avulss, Oasi, il I Circolo Didattico “Carducci – Borsellino”, a tutti i bambini, le insegnanti e i genitori che hanno aderito con grande disponibilità ed entusiasmo. Grazie ad Antonio Cortese per le idee, la trama dello spettacolo e l’organizzazione, soprattutto perché montato e realizzato, con scarsi mezzi e poco materiale umano, in soli 10 giorni. Grazie a Li Satiri tutti, che si sono adoperati con gioia ed entusiasmo in uno spettacolo diverso, impegnativo e senza supporto scenico ed organizzativo. Grazie inoltre a chi c’era e a chi non c’era, a chi si è divertito e a chi ha criticato, a chi si è emozionato e a chi si è distratto, ha chi ha fatto e a chi ha disfatto… Grazie, infine, alle forze armate, al comandante “Schettino” -emblema di disordine e di abbandono- alle truppe di terra, a quelle di mare e di cielo e grazie a tutti voi per aver compreso ed applaudito.

 

Ancune Testimonianze raccolte da facebook:

 

“…MESSAGGIO DI PACE…DI SOLIDARIETÀ..di ACCOGLIENZA ….
Alunni 1° Circolo Mesagne
Huipalas onlus Mesagne
Questo messaggio ha caratterizzato la Cavalcata dei Re Magi di questa edizione. Nonostante il tempo esiguo i bambini,mossi da forte motivazione,non hanno temuto di rimettersi in gioco e ripresentare un quadro dello spettacolo teatrale realizzato a scorso fine anno scolastico. Riconosciamo in Antonio Cortese creativita e soprattutto umilta’ e professionalita’…maestro …GRAZIE.
L’Associazione Huipalas,impegnata a realizzare un villaggio solidale e un pozzo a Kijiji-Emali (Kenya),ha portato in dono “l’acqua” per simboleggiare la speranza di poter realizzare questi progetti.”

Carmelo Colelli Antonio ci sono cose che si fanno solo con le mani, altre si realizzano col Cuore, non tutti notano la differenza, alcuni si! Complimenti.”

Annamaria Papadia Grazie sempre maestro…la tua dedizione è sempre premiata!!!! Per i bambini un’altra esperienza di vita e crescita umana. Noi ci saremo”

Eliana Zuccaro Anch’io ieri come molti mesagnesi ho avuto il privilegio di vedere la cavalcata che si è tenuta ieri nel mio paese. È stata bellissima, nuova, originale bella. Complimenti agli organizzatori. Complimenti a tutti i partecipanti”

Patrizia Denitto Per me è stata una vera gioia partecipare attivamente ; sia come famiglia De Marco e sia come coop. Soc. Alba.
Anticipo la mia piena disponibilità per il prossimo evento.”

Lucia Muri Grazie infinite a te “Maestro”, è stata un’esperienza bellissima! !! Sai che non sono di molte parole .. Ti stimo tantissimo …”

 

N.d.R.:

Rifuggiamo le autocelebrazioni ed è per questo che non aggiungiamo altri commenti; ma detestiamo e condanniamo anche la scorrettezza, la superficialità e la supponenza di chi,  ammantato di arroganza, aveva il dovere di adoperarsi fino all’ultima energia per il successo della manifestazione in corso e che, invece, come “Schettino”, ha abbandonato disconoscendo una “creatura” della quale doveva essere orgogliosa testimone.

Abbiamo imparato la lezione.

 

 

 

Li Satiri, i Magi e l'Oracolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti (0)

Pi Caputannu.

 

Fermi tutti no sparati
pircè prima cu bbrindati
bbuenu m’àggia pprisintari
cu palori chiari chiari;

iu so’ nuevu e so’ vagnoni
ma no sontu nu cugghioni
perciò vògghiu cu m’impegnu
cu prumessi ca mantegnu

e allora no’ circati
nè fatia o caritati
ca ntra tassi, guerri e crisi
non ci štannu chiù turnisi,

ma circati, pi crianza,
quattru sordi ti speranza
e poi, senza esagerari,
la saluti pi campari.

                                                             Catone Tersonio

 

25cc2b519b686fca485d1cbb21ae7b00

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti (0)

Auguri per un felice anno nuovo.

Grazie a tutti per le gioie, le emozioni e gli applausi che ci avete regalato .

Un applauso da tutti noi!

 

 il Regista Antonio Cortese

Anna Aresta (2)

Giuseppe Capristo -

LI SATIRI - Anna Maria Bafaro -

Alessandro Distante piccolo -

Liliana Gatti (2)

Antonio Cortese in Ciccillo Folletto

Luciana Andriulo in donna Emma - Voglio vivere così

Maria Pandolini - alla prova generale di Voglio vivere così_1

Anna Aresta in Auretta Pocomincolla - Voglio vivere così _

Antonio Debonis

LI SATIRI - Voglio vivere così - Valeria Campana in Titina Chianomimparo

Mirella Ignone (3)

Rita Martina

Luciana Andriulo in Emma Locoso - Voglio vivere così -

Valeria Campana in Titina Chianomimparo - Voglio vivere così

Li Satiri 2.1 - Anna Aresta

Il Regista _ Antonio Cortese

Alessandro Distante (2)

Rita Martina in donna Felicetta Ancoramarrangio - Voglio vivere così --

Luciana Andriulo in donna Emma - Voglio vivere così -

Maria Pandolini (3)

Anna Maria Bafaro Interpreta Filumena

ac

Rita Martina in donna Felicetta Ancoramarrangio - Voglio vivere così ----

Prove di - Voglio vivere così - 9

Luciana Andriulo interpreta Lo Stupro

Giuseppe Capristo in Alfio Solomivanto

 

Luciana Andriulo -

Anna Aresta interpreta Femminicidio

 

Liliana Gatti _

Anna Maria Bafaro in Chiaretta Loranonveto - Voglio vivere così ----

Antonio Cortese in Ciccillo Folletto a Voglio vivere così --

Giuseppe Capristo in Alfio Solomivanto - Voglio vivere così _____

Valeria Campana in Titina Chianomimparo - Voglio vivere così _ -

 Antonio Cortese in Ciccillo Folletto a Voglio vivere così

 

 

 

 

 

Giuseppe Capristo in Alfio Solomivanto - Voglio vivere così ----

 

 Mino NegliaValeria Campana in Titina Chianomimparo - Voglio vivere così _ -

 

 

 

 

 

Luciana Andriulo in donna Emma - Voglio vivere così ---

 

Saluti - Voglio vivere così ovvero alla mestra ti cusutu - Antonio Cortese

 

 

 

 

 

 

 

 li Satiri - Saluti---

 

 

Commenti (0)

Buon Natale! (di Catone Tersonio)

 

Štu Natali vau trištu

puru ca è natu Crištu,

mi šta cala ncunu nziddu

ti sutori friddu friddu.

 

Mi šta cantu na canzona

ma serai ca no n’è bbona,

no mi conta e no mi tici

no mi faci chiù filici.

 

Forz’è mègghiu cu la spìcciu,

cu mi lleu ti štu mpìcciu,   

cu mi nvèntu na passioni   

cu nni càccia štu maconi.

 

E allora sa’ cce fazzu?

lu Mmamminu mi v’a mbrazzu

mi lu štrengu e mi prisentu

ca šta chiangi, lu šta sentu,

vau ccussì, pur’a piggiami:

so’ Pippinu, falignami.

 

                                                                                                

   

 

Gius

 

 

 

 

Commenti (0)

Strenna Natalizia de LI SATIRI pro ISBEM

 

Il 23/dic/2015 ore 20.00 nel Convento dei Cappuccini a Mesagne

 

Li Satiri offrono agli Amici dell’ISBEM, la commedia brillante “Voglio vivere così ovvero alla mestra ti cusutu” atto unico di Catone Tersonio.

 

“Un gesto d’amore” per augurare a tutti un Felice Natale e un sereno anno nuovo

 

Voglio vivere così” è una farsa molto divertente, scorrevole, piena di ritmo e con situazioni e personaggi esilaranti. É una commedia che rappresenta in modo preciso e veritiero uno spaccato della nuova Italia postbellica degli anni ’50 con l’urgenza della ricostruzione, della rigenerazione e della trasformazione di un paese nuovo che corre spedito verso un modello di vita ricco di speranze.

 

“Voglio vivere così” non è solo il titolo di questa commedia e di una famosa canzone degli anni 50, ma è il pensiero unico di un paese che rinasce e ritrova tutto il suo splendore.

 

Il ritmo della commedia, gli equivoci che si palesano e le verità che si sottendono fanno, dell’atto unico, un brioso scorrere di emozioni e di palpitanti colpi di scena.

 

Ancora una volta Catone Tersonio è entrato nella storia e l’ha riportata sul palco, in modo leggero e ironico, ma non privo di grandi pensieri e di acuta intelligenza.

 

Personaggi e Interpreti:

 

Emma Locoso - Luciana Andriulo,

Ciccillo Folletto – Antonio Cortese,

Titina Chianomimparo – Valeria Campana,

Auretta Pocomincolla – Anna Aresta,

Alfio Solomivanto – Giuseppe Capristo,

Chiara Loranonveto – Anna Maria Bafaro,

donna Felicetta Ancoramarrangio – Rita Martina.

 

Collaboratori:

 

Liliana Gatti, Maria Pandolini, Simona Bertagna, Antonio Debonis

Mirella Ignone e Daniela Mongelli.

 

 

Regia di Antonio Cortese

 

 

                                                                                                                                                      * *  *

Catone Tersonio – eteronimo di Antonio Cortese – da oltre tre lustri, promuove e realizza un’incessante attività di ricerca di termini, di ritmi, di espressioni e di tradizioni della cultura mesagnese, che, nel 2008, si è concretizzata nella pubblicazione de “Il Catone” e nella sua rinnovata edizione del 2015. Apprezzato autore di testi teatrali e satirici in vernacolo, regista ed attore, Cortese dal 2004 anima l’Associazione Teatrale e Culturale “Li Satiri” che è divenuta una realtà di prestigio nel panorama teatrale salentino.

L’associazione Culturale e Teatrale “li Satiri” è da sempre impegnata nel Sociale con azioni di volontariato e volge le sue attenzioni particolarmente alle nuove generazioni. Appoggia, sostiene e diffonde la missione dell’ISBEM (Istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo) che con la Ricerca, la Formazione, l’Innovazione ed i Giovani Talenti del territorio, si adopera per migliorare il Pianeta Salute nel Mezzogiorno.

 

Si accede per invito.

Per info:339 6859588

 

 

 

il Regista Antonio Cortese

 

 

li Satiri - Saluti---

 

 

invito web

 

 

 

 

 

 

Commenti (0)

Il mio primo monologo (di Anna Aresta)

 

 

 Il testo è stato un pretesto per comunicare qualcosa che condivido, con parole di qualcun altro.

Ho sfruttato quelle parole per esprimere i miei sentimenti,che sicuramente dicono molto di più delle parole.

Ho messo la mia emozione nei muscoli del mio corpo e con tutta la mia forza, senza pudore, non più timida ma incisiva,

ho proiettato la mia voce sugli altri, al fine di provocare, di riflesso, una bella emozione… cantando le donne!!

Ho imparato che solo chi conosce il “canto” riesce a non smarrirsi  “nelle lande scoperchiate del fuori”.

Si può essere “leggendarie viaggiatrici” anche da ferme!! 

                                                                                                                                  Anna

 

n.d.r.:

Anna Aresta ha interpretato “Femminicidio” di Lella Costa nella pièce teatrale “Echi Capovolti” 

in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle Donne

presso la Biblioteca Provinciale di Brindisi.

 

 

Anna Aresta

Anna Aresta

 

Anna Aresta interpreta Femminicidio

Anna Aresta interpreta Femminicidio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti (0)

Ciao Luca… e grazie!

 

 

 Il Teatro perde un pezzo importante della sua…magia!

Tutti in piedi…

Applausi!!!

 

 

 Luca De Filippo

 

 

 

 

Commenti (0)